03 | 08 | 2021
Tutto su Confesercenti
Login

Newsletter
Per essere sempre aggiornato sulle attività della Confesercenti Macerata iscriviti alla newsletter
Riceverai comunicazioni periodiche su corsi, finanziamenti e altri servizi
I più letti
Banners

america

17361891 1154474921327496 3976356214152465797 n

logo2

image1-2

529230 332099453539637 1938449287 n

piaceri e sapori

14731301 1886005578279662 4304289684035041288 n

bar cavour

 ninocafe

 

nuovo paradiso

SFOGLIAr

notte più

heroes pub

biobottega-corridomnia-6-650x650

 

11473 4c55dcbfa735b

 

Campagna 2018
Banner Campagna

Notizie

Valentina Grandi è la nuova Presidente di Federagit, l’associazione delle guide turistiche Confesercenti. Già vicepresidente nazionale e Presidente di Federagit Toscana, la Grandi succede a Maria Chiara Ronchi al vertice dell’associazione, tra le più rappresentative di un settore che conta oltre 20mila operatori e che costituisce un ingranaggio fondamentale del sistema produttivo culturale italiano.

Un sistema che vale quasi 90 miliardi di euro, circa il 6% della ricchezza prodotta in Italia, e che dà lavoro a 1,5 milioni di persone. Se si considera poi che ogni euro prodotto dalla cultura ne attiva altri 1,8 in altri settori, il valore della filiera arriva a sfiorare i 250 miliardi. A trainare è il turismo culturale: le sole città d’arte italiane attirano ogni anno circa 41 milioni di arrivi, oltre un terzo del totale. Una performance favorita dall’ampia varietà dell’offerta di siti d’interesse: in Italia ce ne sono 51 tutelati dall’Unesco, più della Cina. A questi si aggiungono 203 musei e 238 tra monumenti ed aree archeologiche statali, che nel 2016 hanno attirato 44,5 milioni di visitatori.

 

Per me assumere la Presidenza è un onore e una sfida”, dichiara Grandi. “So di poter contare su una dirigenza preparata e motivata e sull’eredità della collega Ronchi, che ci ha guidato fino ad ora con grande lucidità e capacità di mediazione, in un momento particolarmente difficile per la categoria. Le guide turistiche sono un elemento chiave nell’attivazione della ricchezza generata dal sistema produttivo culturale italiano. A livello europeo è in atto una forte pressione verso la deregolamentazione della nostra professione che mette a rischio un valore aggiunto per il nostro turismo. La valorizzazione e la tutela del nostro patrimonio artistico passa infatti proprio attraverso la divulgazione: professionalità e competenze delle nostre guide turistiche sono elementi strategici per il settore e per la cultura in generale”.

 

 

 

 

 

Last modified on Friday, 24 February 2017 10:54

Turismo: feste in chiaro scuro.Spesa media in aumento a 668 euro (+3,2% sul 2015), ma calano gli italiani in vacanza (-1,8 milioni)

I dati dell’indagine Confesercenti Swg sulle intenzioni di viaggio. Crescono le diseguaglianze territoriali: nel Mezzogiorno in vacanza il 18%, al Nord è il 26%.

Feste in chiaroscuro per il turismo. Secondo le intenzioni di viaggio rilevate da Confesercenti con l’ausilio tecnico di SWG, gli italiani che faranno una vacanza di almeno due giorni nel periodo compreso tra il 22 dicembre ed il weekend dell’Epifania saranno circa 9,8 milioni, quasi 1,8 milioni in meno dello scorso anno. La quota di turisti è bassa soprattutto al sud – 18% – mentre la percentuale più alta è nelle regioni del nord (26%). Si registra invece un aumento della spesa media per persona, prevista quest’anno a 668 euro, con una crescita del 3,2% sullo scorso anno. Feste 2016, le vacanze in cifre:

 

2016

Differenza su 2015

Viaggiatori

9,8 milioni

-1,8 milioni

Spesa media

668 euro

+3,2%

Durata media del soggiorno

5,9 giorni

-3,3%

Si riduce complessivamente la durata media delle vacanze, che passa da 6,1 a 5,9 giorni, quasi una giornata in meno rispetto al 2007. Più di un italiano su due (il 53%), concentrerà comunque il suo viaggio tra i 3 ed i 5 giorni, mentre l’11% si concederà solo due giornate fuori. Si andrà in ferie soprattutto a Capodanno (10% dei viaggiatori) e a Natale (8%). Un gruppo ristretto di viaggiatori (4%) pianifica una vacanza durante il mini-ponte dell’Epifania. Per le prenotazioni, cresce il ricorso all’esperienza delle agenzie viaggi, che quest’anno saranno utilizzate dal 16% dei vacanzieri, il 4% in più delle feste passate, per acquistare il proprio viaggio. Che si farà principalmente con partner e famiglia, entrambi indicati dal 35% degli intervistati, mentre il 23% andrà con gli amici ed il 6% da solo. Analizzando nel dettaglio i vari periodi, si segnala però una distribuzione di gruppi diversa tra loro a seconda della festività. Il Natale è, come si conviene, occasione della riunione familiare, anche in viaggio, mentre Capodanno e ancora di più il ponte dell’Epifania sono scelte per le vacanze con il partner. Mete e alloggio. Diminuisce del 4% la quota di persone che pianificano una vacanza in Italia, scelta comunque da due su tre (il 66%). Quanto perduto è invece guadagnato dalle mete europee, indicate quest’anno dal 27%, il 4% in più dello scorso anno. La cultura si conferma volano del turismo: il 45% dei viaggiatori, infatti, dichiara di voler un viaggio all’insegna di mete culturali e città d’arte, una percentuale superiore di dieci punti a quella di un anno fa. Cala invece la vacanza in montagna, tipica delle festività invernali, che passa dal 27 al 23% delle preferenze. In Italia, le località più indicate sono proprio le città d’arte e le metropoli: Torino, Firenze, Venezia, ma anche Matera, che sarà capitale europea della cultura nel 2019 ma già pare beneficiare di maggiore attenzione da parte dei flussi turistici. Per quanto riguarda i viaggi all’estero, invece, è l’Austria la meta privilegiata: era seconda l’anno scorso e adesso si ritrova prima con il 14% delle indicazioni, 4 punti in più del 2015; la Spagna invece scende molto nelle scelte, passando dal 15 all’8%. Continua la discesa della Francia – che passa dall’8 al 7% – mentre risale un poco la Germania (7%). Crescono la Gran Bretagna, la Polonia, l’Olanda ed i paesi scandinavi, tutti al 6%. Il 37% dei vacanzieri soggiornerà in un albergo o una pensione. Si tratta di una quota in crescita di cinque punti sullo scorso anno, anche se la maggioranza relativa dei vacanzieri (il 39%) progetta di trascorrere le proprie ferie in una casa di proprietà, propria o di amici o parenti. Il 20%, invece, ha optato per una casa in affitto, un b&b o un ostello. “Su questa stagione – dichiara Claudio Albonetti, Presidente di Assoturismo Confesercenti – incide senz’altro un calendario meno favorevole alle ferie, con le due principali festività che coincidono con il weekend. Ma si rileva anche una crescita delle diseguaglianze territoriali, con una quota di vacanzieri nelle regioni del sud inferiore di 8 punti percentuali a quella del nord. Gli operatori della ricettività, però, segnalano flussi sotto le attese: la speranza è di assistere ad un’accelerazione nei prossimi giorni. Intanto, il piano strategico appena licenziato è un primo importante segnale da parte del Governo nei confronti di un comparto fondamentale per il rilancio della nostra economia. Il documento va nella giusta direzione, cogliendo quei chiari segnali di ripresa del turismo italiano raccolti nel 2016. L’auspicio è che l’azione del Governo prosegua, ora, con azioni concrete di affermazione ed attuazione dello stesso piano” Roma, 20 dicembre 2016   Lei farà una vacanza in qualcuno di questi periodi?

sì per Natale

8

sì per Capodanno

10

sì per ponte dell’Epifania

4

Sì (totale)

22

No in nessuno di questi periodi

78

Lei farà una vacanza in qualcuno di questi periodi?

 

Nord

Centro

Sud

 

sì per Natale

8

7

8

sì per Capodanno

13

11

6

sì per ponte dell’Epifania

5

3

4

Sì (totale)

26

21

18

No in nessuno di questi periodi

74

79

82

Quanti giorni durerà la sua vacanza?

 

2007

-/-

2015

2016

2

9

 

11

11

3-5

51

 

51

53

6-10

26

 

25

25

11 e più

14

 

13

11

Durata media

6,8

 

6,1

5,9

(valori % rispondenti:  quanti andranno in vacanza) In quale struttura alloggerà per le vacanze di Natale e/o Capodanno?

 

2015

2016

in albergo/hotel/pensione

32

37

in una seconda casa di proprietà/a casa di amici o parenti

44

39

in una casa in affitto, bed & breakfast, ostello

16

20

in campeggio/ camper/ altre strutture all’area aperta

8

4

(valori % rispondenti:  quanti andranno in vacanza)  Lei andrà in viaggio con:

 

Totale

Periodi

Natale

Capodanno

ponte dell’Epifania

con il partner

35

28

40

51

con la famiglia

35

42

27

29

con gli amici

23

20

25

8

da solo

6

8

5

12

con un gruppo organizzato

1

2

3

-

(valori % rispondenti:  quanti andranno in vacanza) La sua vacanza di Natale e/o Capodanno sarà all’insegna di:

 

2007

2013

2014

2015

2016

cultura e città d’arte

30

33

35

35

45

montagna

35

30

29

27

23

mare

14

11

12

14

14

campagna

15

12

11

8

7

terme

3

7

7

9

6

viaggio avventuroso

 2

2

2

5

4

sport

3

5

4

2

1

(valori % rispondenti:  quanti andranno in vacanza) E quale sarà la meta del suo viaggio (%)?  

 

%

%

 

2015

2016

Italia

70

66

Europa

23

27

altro

7

7

(valori % rispondenti:  quanti andranno in vacanza) E in particolare dove andrà in Europa (top 10 destinazioni)?

 

2015

2016

Austria

10

14

Spagna

15

8

Francia

8

7

Germania

6

7

Gran Bretagna

2

6

Olanda

2

6

Svezia/Norvegia/Finlandia

1

6

Repubblica Ceca

1

5

Polonia

1

4

Belgio/Paesi Bassi

7

3

(valori % quanti andranno in vacanza in Europa) NOTA INFORMATIVA AI SENSI DELL’ART. 5 DELLA DELIBERA N. 256/10/CSP DELL’AUTORITA’ PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI Titolo del sondaggio: “Consumi e vacanze di Natale 2016. La situazione economica dl Paese”. Tema del sondaggio: Previsioni di spesa e analisi del contesto economico. Soggetto realizzatore:  SWG SpA Committente e acquirente:  Confesercenti Nazionale Periodo di esecuzione:  dal 21/11/2016 al 26/11/2016 Metodologia di rilevazione:  sondaggio con tecnica mista (telefonica con metodo CATI e online con metodo CAWI) su un campione casuale probabilistico stratificato e di tipo panel ruotato di 1400 soggetti, rappresentativi dell’universo della popolazione residente in Italia di età superiore ai 18 anni. Il campione intervistato con metodo CAWI è estratto dal panel proprietario SWG. Tutti i parametri sono uniformati ai più recenti dati forniti dall’ISTAT. I dati sono stati ponderati al fine di garantire la rappresentatività rispetto ai parametri di genere, età e zona di residenza dell’intervistato. Margine d’errore massimo: ± 3,0%. 

 

 

Last modified on Wednesday, 21 December 2016 16:42

 

Informiamo tutti gli utenti che gli uffici della Confesercenti di Macerata si sono trasferiti in un una nuova sede a piano terra della palazzina direzionale in VIA GIOVANNI XXIII n. 45 a Sforzacosta di Macerata (zona Industriale, di fianco al Light Cafè).

 

I nostri numeri di telefono sono sempre gli stessi 0733/291344 e 0733/240962.

 

Per qualsiasi richiesta potete inviare una mail a This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. . Per richieste o per inviare iscrizioni ai corsi di formazione potete inviare una mail a This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

 

 

 


 

 

 

 

Last modified on Monday, 20 February 2017 10:56

CORSI GRATUITI PER LE AZIENDE E PER I  fonter manifesto MC

 

Last modified on Monday, 20 February 2017 10:55

Contributi per sistemi di sicurezza nel settore commercio

 

Regione Marche

Bando REGIONE MARCHE

 

SOGGETTI BENEFICIARI: 

le imprese del commercio e della somministrazione di alimenti e bevande.

(Tra le imprese commerciali rientrano anche: Attività di rivendita di generi di monopolio; Farmacie e Parafarmacie; Attività di vendita e distribuzione di carburanti effettuate in impianti stradali ed autostradali; Attività di rivendita di stampa quotidiana e periodica; Attività all’ingrosso e al dettaglio in un unico immobile; Attività miste)

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili al contributo regionale progetti relativi all’acquisto ed all’installazione di sistemi di sicurezza attivi o passivi agli esercizi commerciali da collegare con le forze dell’ordine e/o istituti di vigilanza.

Nello specifico, si tratta di:

 -     collegamenti in video e con memoria degli eventi, diretti con le forze dell'ordine per la visualizzazione della rapina in atto, anche in presenza di istituti di vigilanza; sistemi antifurto (antintrusione) elettronici collegato ad istituti di vigilanza;

 -     sistemi passivi per la protezione dei locali (casse a tempo, blindature, vetri antisfondamento, lettore carte di credito).

Non sono ammissibili interventi di edilizia se non strettamente legati all'installazione.

Tutte le spese devono essere di nuova fabbricazione.

Non sono finanziabili gli investimenti realizzati mediante leasing.

La spesa ammissibile, al netto di IVA, non può essere inferiore a 2.500,00.

Sono ammessi a finanziamento i progetti ancora da realizzare o già realizzati a far data dal 1° gennaio 2016.

MISURA DEL CONTRIBUTO: 40% della spesa riconosciuta ammissibile. Il contributo stesso non può superare € 5.000,00 per ogni impresa beneficiaria.

PRIORITA’. Il bando prevede numerose priorità fra le quali: lavori già completati o acquisti già effettuati, non avere percepito contributi pubblici, esercizi commerciali che realizzano collegamenti in video e con memoria degli eventi, diretti con le forze dell’ordine per la visualizzazione della rapina in atto, anche in presenza di istituti di vigilanza, sistemi antifurto (antintrusione) elettronici collegato ad istituti di vigilanza, esercizi commerciali maggiormente esposti ad atti criminosi quali: Attività di rivendita di Monopolio con annessa ricevitoria, Attività di vendita di Oreficerie e gioiellerie, Distributori di carburanti – Farmacia, parafarmacia – edicola.

SCADENZA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE:  29 settembre 2017

 

 

Contributi per ristrutturazione arredi e attrezzature alle

 

imprese commerciali

 

Regione Marche

 

Bando REGIONE MARCHE

 

SOGGETTI BENEFICIARI: piccole imprese, singole o associate del commercio al dettaglio e della somministrazione di alimenti e bevande.

 

SPESE AMMISSIBILI:

 

  • Ristrutturazione, manutenzione ordinaria e straordinaria, nonché ampliamento dei locali adibiti o da adibire ad attività commerciale (le spese relative al deposito merci nonché gli uffici non sono ammissibili a contributo anche se il deposito/ufficio è contiguo all’unità locale);
  • Attrezzature fisse e mobili strettamente inerenti l’attività di vendita e/o di somministrazione di alimenti e bevande (le spese per allestimento veicoli non sono ammesse);
  • Arredi strettamente inerenti l’attività di vendita e/o somministrazione di alimenti e bevande (ad eccezione di complementi di arredo, suppellettili e stoviglie, e quant’altro non strettamente funzionale all’attività da incentivare).

 

Tutte le spese devono essere di nuova fabbricazione. Non sono finanziabili gli investimenti realizzati mediante leasing. La spesa ammissibile, al netto di IVA, non può essere inferiore a Euro 15.000,00 e superiore a Euro 60.000,00. Sono ammessi a finanziamento i progetti ancora da realizzare o già realizzati a far data dal 1° gennaio 2016.

 

MISURA DEL CONTRIBUTO: 15% della spesa riconosciuta ammissibile.

 

PRIORITA’. Il bando prevede numerose priorità fra le quali: nuovi esercizi commerciali dal 1° gennaio 2016, esercizi in attività da più di dieci anni, età compresa fra i 18 ed i 35 anni per titolari e soci, esercizi ubicati nei centri storici, lavori già completati o acquisti già effettuati, non avere percepito contributi pubblici, imprenditoria femminile, esercizi i cui titolari hanno perso un lavoro subordinato negli ultimi 36 mesi.

 

SCADENZA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE:  4 ottobre 2017

 

INFORMAZIONI E ASSISTENZA PER LE DOMANDE DI CONTRIBUTO:

 

Laura Mitillo 0733/240962 cell. 3332070178

 

 

Last modified on Thursday, 07 September 2017 14:02
Last modified on Monday, 12 September 2016 09:46

 

 149067358 6245834803765 3444366013633944425 n

 

DESTINATARI

I soggetti disoccupati e residenti nei comuni della Regione Marche (elencati nel bando)

CONDIZIONI DI AMMISSIBILITA’

Saranno finanziate le nuove imprese, gli studi professionali, singoli e/o associati e/o liberi

professionisti, aventi sede legale e/o sede operativa nel territorio della regione Marche che si

costituiscono dopo la pubblicazione

TEMPISTICHE INVESTIMENTO

Sono ammissibili progetti da avviare e concludere entro 12 mesi dall’ammissione al finanziamento.


IMPORTO CONTRIBUTO

I contributi sono concessi per un importo fino a 35.000,00 euro.

 

Last modified on Monday, 08 March 2021 09:56

SELEZIONE CANDIDATI

Bando "over 30" Regione Marche- POR FSE 14-20 borse lavoro per soggetti over 30

La finalità dell’intervento è favorire, attraverso la partecipazione alla borsa lavoro, la realizzazione di un’esperienza lavorativa e formativa, capace di supportare i destinatari nella delicata fase dell’inserimento o del reinserimento nel mercato del lavoro, offrendo loro anche una possibilità di riqualificazione professionale.

Le borse saranno assegnate a soggetti che hanno i seguenti requisiti:

- età compresa tra i 30 e i 64 anni

- residenza nella Regione Marche

- essere disoccupati e iscritti come tali presso i CIOF

- certificazione I.S.E.E, riferita all’ anno 2015, non superiore ad € 18.000,00

- non aver usufruito di n. 2 borse lavoro finanziate con FSE

- scolarità minima

Saranno assegnate sul territorio regionale 1000 Borse lavoro per un totale di euro 4.231.500,00 del POR Marche FSE 2014/2020 – priorità d’investimento 8.1, RA 8.5.

Ogni borsa ha una durata di sei mesi durante la quale è prevista l’erogazione di un’indennità forfettaria mensile di euro 650,00 lordi.

SCADENZA presentazione domande:  30/09/2016

 

PER PARTECIPARE:

Inviare la propria candidatura alla mail: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. specificando nell'oggetto "BANDO OVER 30" o telefonando allo 0733/240962.

 

 

Last modified on Monday, 01 August 2016 08:16

La partnership è finalizzata al sostegno delle micro e piccole imprese italiane.

Presentato oggi l’accordo tra ATS Servizi, società controllata da Confesercenti, e PerMicro, leader nel settore del microcredito italiano. La partnership è finalizzata al sostegno delle micro e piccole imprese italiane. Nei prossimi 24 mesi si sosterrà l’avvio e lo sviluppo di oltre 300 microimprese, con una generazione di almeno 500 nuovi posti di lavoro.

L’intesa tra una delle più rilevanti associazioni imprenditoriali italiane e la principale istituzione di microcredito in Italia consente di favorire l’accesso al credito, attraverso la concessione di finanziamenti fino a 25.000 euro per l’avvio di nuove imprese e per la crescita delle associate a Confesercenti Nazionale. PerMicro e ATS, così, si focalizzano ancora di più sulle piccole attività imprenditoriali in tutto il territorio nazionale: ATS è presente con una rete di oltre 200 collaboratori e PerMicro opera attraverso 14 filiali, 5 delle quali in agenzie BNL.

BNL Gruppo BNP Paribas è socio industriale e principale azionista di PerMicro e, nell’ambito dell’accordo, contribuirà con i propri servizi ad aiutare ulteriormente quanti, con un’idea imprenditoriale sostenibile, vogliano avviare un’attività.

La presentazione dell’accordo si è svolta presso la sede di Confesercenti Nazionale. Sono intervenuti Massimo Vivoli (Presidente di Confesercenti Nazionale), Marco Tarantola  (Vicedirettore Generale BNL Gruppo BNP Paribas e Responsabile della Divisione Retail e Private della Banca), Andrea Limone (Amministratore Delegato di PerMicro) e Libero Camellini (Amministratore Delegato di ATS Servizi Confesercenti).

Massimo Vivoli, Presidente Confesercenti sottolinea: è molto importante per le piccole imprese e le start up poter beneficiare di strumenti che agevolino il credito. L’intesa con PerMicro in tal senso è rilevante, in quanto punta a sostenere queste realtà, che sono strategiche per il sistema economico italiano”.

Il microcredito è sempre più un’ulteriore opportunità per quanti, soprattutto giovani, abbiano un’idea d’impresa, sostenibile nel tempo e magari originale ed innovativa, che possa rappresentare un futuro di lavoro e di crescita– commenta Marco Tarantola, Vice Direttore Generale di BNL e Responsabile della Divisione Retail e Private della Banca. Per questo siamo da anni partner di PerMicro ed insieme abbiamo contribuito alla nascita e all’operatività di migliaia di piccole imprese. Oggi si aggiunge un ulteriore importante partner con il quale proseguire in quest’attività dai risvolti economici e sociali”.

Oltre il 50% delle imprese e start-up sostenute da PerMicro opera nel commercio e nei servizi. Grazie a questo accordo, PerMicro consoliderà la sua presenza nel settore e risponderà, con maggiore efficacia e tempestività, alle esigenze crescenti di credito, offrendo a nuovi soggetti un’opportunità unica di partenza o di rilancio, con importanti ricadute territoriali in termini di occupazioneaggiunge Andrea Limone, Amministratore delegato di PerMicro.

Libero Camellini, Amministratore delegato di Autostrada Telematica Servizi, commenta: “La creazione di nuova impresa e il supporto all’impresa minore sono strategici in un sistema economico come quello nazionale. L’accordo con PerMicro vuole fornire un supporto a chi rischia e ha voglia di fare”.

 

Last modified on Wednesday, 27 July 2016 15:42

Siglato questa mattina, presso i saloni di rappresentanza della Prefettura di Macerata, il protocollo d’intesa “Lavoriamo per la sicurezza”. Alla presenza del Sottosegretario all’Interno On. Gianpiero Bocci, hanno firmato l’accordo il Prefetto di Macerata, il presidente di Confindustria Macerata, il presidente della Commissione Regionale dell’Associazione Bancaria Italiana, i presidenti di CNA Macerata, Confesercenti, Confartigianato, Casartigiani, ed i sindaci di 47 comuni della provincia tra i quali anche il capoluogo di provincia, Macerata.

Obiettivo dell’accordo è implementare la dotazione di impianti di sicurezza passiva degli immobili sul territorio riducendone i costi di acquisto, per privati e per enti locali ed, ove necessario, riducendo anche i costi dei relativi finanziamenti bancari.

Si tratta di un protocollo innovativo, ha dichiarato il sottosegretario Bocci, che è espressione del principio costituzionale di sussidiarietà anche nell’ambito della sicurezza e che testimonia la coesione tra istituzioni pubbliche e mondo dell’impresa in un tessuto sociale ancora sano come quello maceratese.

Con la sigla dell’intesa, infatti, le associazioni di categoria si impegnano a sensibilizzare i propri iscritti affinché pratichino tariffe di favore a chiunque voglia installare, sul territorio della provincia, impianti di sicurezza passiva. L’Associazione Bancaria Italiana si impegna a sensibilizzare gli istituti di credito associati affinché chi si rivolga ad essi, per il finanziamento di uno dei predetti acquisti, possa beneficiare di condizioni di favore.

La Prefettura pubblicherà sul proprio sito l’elenco degli operatori aderenti, banche, artigiani, industriali, esercenti commerciali, cui i cittadini possono rivolgersi, garantendo in tal modo la massima trasparenza.

In tale quadro il protocollo prevede un ruolo molto importante per le amministrazioni comunali aderenti in termini di comunicazione ai propri cittadini di quali sono le imprese aderenti a cui ci si può rivolgere per beneficiare delle condizioni di favore previste dal protocollo.

Tutti gli operatori aderenti saranno comunque contraddistinti da un apposito logo esposto presso il proprio esercizio recante il nome dell’iniziativa “Lavoriamo per la sicurezza”.

per sito


Last modified on Wednesday, 27 July 2016 16:28
«StartPrev12345678NextEnd»
Page 3 of 8
Seguici!
ScrivereFestival
Scuola Gulliver
Formazione
Contattaci subito con Skype

Siamo online su Skype! Contattaci per ulteriori informazioni

Seminari
Clicca mi piace sulla nostra pagina